2912

Deadline-Induced Panic – “Algorythm”

Etichetta: Saetta Dischi

Formato: LP

Anno: 2017

Genere: electronic- pop- rock-

Deadline-Induced Panic sono una promettente e giovane band di Roma, formata da Elisa Mariotti (voce, tastiere), Francesco Marchini (voce, tastiere), Anna Muscatello (chitarra) e Davide Rufo (batteria).

“Algorythm”, uscito lo scorso autunno per Saetta Dischi, è il primo album della band. L’apertura è affidata al bel singolo “Wednesday”, in cui si avverte una certa influenza dei Cure. A seguire c’è “In my soul, in my veins”, contraddistinta dalle parti di chitarra tanto scarne e semplici quanto melodiche ed efficaci, mentre Mariotti e Marchini intrecciano le loro belle voci. Si passa a “Fake World”, potente numero aperto da un’intro tesa al pianoforte, in cui i ragazzi parlano del “falso mondo” preconfezionato dei talent shows in una critica (“My mother always told me, not all that glitters is gold”) che va però ad intersecarsi con l’ammissione, quasi ironica: “After all we’re aiming, begging for this life”. “I Got Swing” è un bel brano rock, una sorta di traccia che ricorda i Cranberries a ruota libera. Il resto del disco si mantiene su un buonissimo livello, fra il cupo ed ipnotico valzer elettronico “E-waltz”, i vortici tastieristici sovrapposti a un bell’impasto vocale dei due cantanti e la grande spinta sonora di “We Have Grown” fino alla splendida chiusura in pura salsa nineties della malinconica e fulgida “You Can’t Give Me Back”.

I ragazzi hanno cuore, passione e sanno quello che fanno. “Algorythm” è un album diretto, fatto di chitarre scintillanti, cantati soffici e caratteristici e sintetizzatori imperanti. Se ancora non li conoscete, è arrivato il momento di supplire alla mancanza.

Acquista su ebay.it